PARROCCHIACONSELVE

Vai ai contenuti

Menu principale:

LAUDATO SI
Il primo Papa di nome Francesco ha regalato alla chiesa e al mondo intero la prima enciclica sull’ambiente, «sulla cura della casa comune». Con un titolo dichiaratamente francescano, visto che il documento prende avvio con le stesse parole con le quali ha inizio il Cantico delle creature del santo di Assisi, vale a dire Laudato si’. Una scelta coraggiosa, che rilancia l’attualità del Poverello, della forma di vita evangelica da lui praticata e di un tentativo riuscito di riformare la chiesa dall’interno attraverso la scelta esigente della povertà e dei poveri. E chi oggi più della terra è povero e sempre più impoverito? Di fatto, «fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c’è la nostra oppressa e devastata terra» (n. 2). Sappiamo bene come il nostro pianeta subisca sistematicamente violenza, e se in proposito papa Francesco evita i toni apocalittici, non risparmia però verità amare, denunciando come «già superati certi limiti massimi di sfruttamento», anche per il fatto che si manifestano «sintomi di un punto di rottura». Con una peculiarità, che è quella di mettere in evidenza come «il degrado ambientale e il degrado umano ed etico sono intimamente connessi», per cui «un vero approccio ecologico diventa sempre più un approccio sociale». In altre parole, interrogarsi sulla creazione è sempre anche interrogarsi sul senso e sul fine dell’uomo dentro e con essa, sul suo agire responsabile o meno, per cui accanto a un’ecologia ambientale serve un’ecologia umana. Quest’ultima, inoltre, solleva i temi globali della fame, della distribuzione universale dei beni, dell’inclusione sociale, sfociando spontaneamente in una ecologia sociale fondata sulla fraternità. Troppo spesso, infatti, il grido dei poveri fa da contrappunto al grido della terra, per il fatto che sono loro a pagare il prezzo più alto della crisi ecologica: «Ai gemiti di sorella terra si uniscono i gemiti degli abbandonati del mondo, con un lamento che reclama da noi un’altra rotta».  La tessitura delle tre forme di ecologia (ambientale, umana e sociale) fa assumere al documento una dimensione davvero globale, che rimanda a «uno sguardo diverso, un pensiero, una politica, un programma educativo, uno stile di vita e una spiritualità”.
 
SAN LORENZO MARTIRE

A partire dal IV secolo Lorenzo è stato uno dei martiri più venerati nella Chiesa di Roma. Costantino I fu il primo ad edificare un piccolo oratorio nel luogo del suo martirio. Tale costruzione fu ampliata e abbellita da Pelagio II (579-590).

Sisto III (432-440) costruì una grande basilica con tre navate, con l'abside appoggiata all'antica chiesa, sulla sommità della collina dove Lorenzo fu seppellito. Nel XIII secolo Onorio III unificò i due edifici, che costituiscono la basilica che esiste tutt'oggi.

Papa Damaso (366-384) scrisse un panegirico di Lorenzo in versi, che fu inciso nel marmo e posto sulla sua tomba. Il contemporaneo poeta Prudenzio scrisse pure lui, in toni più poetici, un inno a san Lorenzo.[1]


ALMANACCO
CONTATTI

CANONICA:Piazza XX Settembre,51- 35026 Conselve (Padova)
Telefono: 049 5342748   Email-conselve@diocesipadova.it
PATRONATO: Via Vitt.Emanuele II, 25-Telefono: 049 5384030    
ISTITUTO MADRI CANOSSIANE: Telefono, 049 5384032    
Arciprete: Mons. Claudio Zuin
Vicario parrocchiale: don Francesco Dalsasso
Religiosi  Canossiani:Padre Fabio Franchini, Padre Ramil Sibuan,  Fr.Vittorino Pircalli  
Religiose Canossiane n 9

SAN PIO X
LA BORSA DELLA CARITA'

Quanti volti incontrati quest'anno. Volti tristi,
volti in attesa, volti dallo sguardo sperduto, ma
soprattutto volti diversi o meglio unici. Volti ch sumono tutta una vita spesso costruita su fatiche e dolori.
Quello che abbiamo cercato di dare a questi volti è stato un po' di silenzio dove far parlare la solitudine,
CONTINUA A LEGGERE

PROGETTO GEMMA

Abbiamo ricevuto la vostra richiesta di adozione i una mamma in attesa
nell'ambito del Progetto Gemma e vi esprimiamo la nostra più viva gratitudine.
La donna si chiama Helen, è nigeriana di 33 anni, orfana di padre,
in attesa di un bimbo da un papà che ha fatto perdere le sue tracce.
Venuta in Italia una decina di anni fa ha lasciato nel paese d'origine la mamma...
CONTINUA A LEGGERE

LA CARITAS

La CARITAS è presente nel vicariato di Conselve attraverso la sensibilizzazione nelle parrocchie. La loro collaborazione attiva è necessaria dato che essenziale per il cristiano è l'incontro con il suo prossimo nel bisogno e nella marginalità in tutte le sue manifestazioni.
Elementi di presenza concreta nel territori CONTINUA A LEGGERE

FIERA DI S. AGOSTINO

Uno dei meriti di Sant'Agostino di Ippona (354-430), patrono di Conselve insieme a S. Lorenzo, è quello di aver dato dignità alla musica agli occhi della Chiesa. Lui stesso ci dice nelle Confessioni di aver iniziato ad apprezzare la musica, in particolare il canto liturgico, ascoltando sua madre Monica cantare nella chiesa...CONTINUA A LEGGERE

FESTA DI S. LORENZO

Carissimi, mi chiedevo in questi giorni: da dove partire per una presentazione della Rivista san Lorenzo 2014? In realtà, ogni contributo pubblicato, forse anche ognuna delle fotografie, potrebbe costituire un buon punto di partenza per introdurre a tutta la ricchezza della vita della nostra comunità cristiana raccontata dalla rivista. Comunque, se bisogna scegliere, prenderei questi tre spunti: la Festa del Santo Patrono Lorenzo..
CONTINUA A LEGGERE

MONS. AUGUSTO CONTIERO

Mons. Augusto ContieroIl 18 agosto 2014 ricorre il 40° anniversario della scomparsa dell'arciprete Mons. Augusto Contiero; ripercorriamo alcuni aspetti del suo servizio pastorale a Conselve.CONTINUA A LEGGERE

MADRE SEVERINA ROMANATO

Madre Severina ripercorre le tappe salienti del suo lungo cammino di vita religiosa nel testimoniare l'amare di Dio. Le abbiamo chiesto: "Che cosa provi ad essere Suora e Canossiana da così tanti anni?" CONTINUA A LEGGERE

FRA GABRIELE BOARO

Sì, proprio così! Fra' Gabriele, al secolo Giuseppe Boaro, è il religioso dei records. È il più anziano di età dei Religiosi Canossiani; il più anziano di professione religiosa tra i Canossiani. Ha ricoperto 16 incarichi nella sua vita religiosa. Ha fatto servizio più di 25 anni proprio qui a Conselve dove è presente da.. CONTINUA A LEGGERE

SCUOLA BIBLICA

Il compito prioritario dell’ABI è quello «di promuovere la conoscenza della Sacra Scrittura attraverso la ricerca scientifica e la divulgazione della Parola di Dio, secondo le direttive della Chiesa espresse soprattutto dal Concilio Vaticano II» (Statuto, art. 1). CONTINUA A LEGGERE

C'ERO ANCHIO
 
 
ORARI DELLE SANTE MESSE: IN DUOMO (FESTIVO ORE 7,30-9,30-11,00-18,30) ( PALU' 9,30) FERIALE 7,00-8,30-16,30-18,30
Torna ai contenuti | Torna al menu